“Storytelling e fumetti: dialogo con Daniel Cuello”

E’ possibile che in un venerdì piovoso la Rana si ritrovi in una piccola-grande libreria dal nome interessante (La Luna’s Torta), per partecipare ad un incontro con il fumettista Daniel Cuello e le psicologhe Stefania d’Amito e Miriana Caputo. Il tema, lo storytelling, sembrava interessante già dall’inizio, ma la chiacchierata si è rivelata ben più emozionante del previsto.

Gli “ingredienti” del dialogo sono stati una certa dose di genuinità, competenza q.b. e un pizzico di semplicità. Si è parlato della capacità innata di raccontare, insita nell’uomo dalla più tenera età, del ruolo catartico della narrazione e dell’utilizzo della tecnologia. E’ proprio su quest’ultimo punto che gli animi si sono scaldati. Innanzitutto Daniel ha ribadito che lui non si sente un’artista “venuto dai social”, ma che semplicemente ha utilizzato tutti i mezzi a sua disposizione per farsi conoscere. La sua passione e i suoi lavori hanno origine ben prima di quando è diventato popolare attraverso la rete.

Inoltre, spesso“, ha aggiunto Daniel, “i miei lettori esprimono  i loro pareri sulle mie opere più frequentemente di persona. Contrariamente da quello che si pensa riescono a comunicarmi meglio i sentimenti che sono stati suscitati dai miei disegni“. Ed è stato proprio in quel momento che una professoressa torinese, mosca bianca in un pubblico piuttosto giovane, ha confessato di non usare internet, ma di essere riuscita ugualmente ad apprezzare le opere di Daniel e ad arrivare all’incontro con mezzi di una volta (dopo aver carpito l’informazione al Salone del Libro, si è appuntata l’appuntamento su un’agendina e ha telefonato al locale). Senza sminuire o denigrare i mezzi tecnologici, è stato bello osservare che una graphic novel come “Residenza Arcadia” può destare un’interesse intergenerazionale e che ognuno può arrivare al proprio obiettivo con strumenti diversi.

Infine, l’atmosfera rilassata e accogliente della Luna’s Torta e la conduzione delle giovani psicologhe Stefania e Miriana hanno reso il tutto più famigliare, contribuendo ad avvicinare ancora di più il pubblico all’autore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: