“Renato Guttuso. L’arte revoluzionaria nel cinquantenario del ’68” – GAM Torino

images.jpg

Se io potessi scegliere un momento nella storia e un mestiere, sceglierei questo tempo e il mestiere del pittore. Le condizioni oggi sono storicamente privilegiate, che si abbia la forza e la libertà interna necessaria in tempi così pericolosi.

Tema, artisti e contesto storico:

La mostra, curata da Pier Giovanni Castagnoli, raccoglie le opere di Renato Guttuso, pittore della metà del ‘900. L’artista è considerato un esponente del neorealismo italiano, ma risente anche di altre influenze, come l’espressionismo o il cubismo di Picasso. L’esposizione si trova alla GAM di Torino ed è visitabile fino al 23 giugno.

Descrizione e opere:

Il nodo centrale della mostra è il connubio fra politica e arte. L’artista sceglie di esprimere sulla tela i grandi contrasti sociali e avvenimenti storici avvenuti fra gli anni ’30 e ’70.

Un altro aspetto subito visibile è l’utilizzo di colori accesi, vivi, caldi.

Qui di seguito tre dei quadri più emozionanti.

All’inizio della mostra si trova “Zolfara“, del 1953, che denuncia la condizione dei lavoratori nelle miniere di Zolfo.zolfara.jpg

Un’altra opera molto famosa si inserisce nel panorama della politica italiana: “Funerali di Togliatti“. Il colore rosso delle bandiere, del cielo e dei fiori contrasta con il grigio usato per delineare le persone, molte delle quali personaggi reali.

renato-guttuso-funerali-di-togliatti.jpg

Un’altra serie di quadri di forte impatto sono quelli relativi alle lotte studentesche del ’68. In particolare “Gli addii di Francoforte” rappresentano semplicemente due giovani che si abbracciano. Essi sono il simbolo della rivolta pacifista contro la borghese e dell’aspirazione ad un amore universale e rivoluzionario che si pensava potesse cambiare il mondo.

gli addii di francoforte.jpg

Consigliato a chi…

è interessato alle vicende politiche e sociali del ‘900, ama i colori accesi e i quadri che sembrano urlare qualcosa al visitatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: