Golden Tracks 2016: Beitia e Farah premiati

1280052_G08_W01.jpg

(Thiam, Hess e Beitia. Foto Getty Images- European Athletics)

Dopo una stagione densa di competizioni internazionali, sabato 15 ottobre sono stati assegnati i premi per i migliori atleti europei dell’anno dall’European Athletics.

Per gli uomini è risultato vincitore Mo Farah (GRB) grazie al suo doppio oro olimpico nei 5000 e 10000 mt sia nelle ultime Olimpiadi di Rio che in quelle precedenti di Londra. E’ stato inoltre il più veloce uomo Europeo nei 1500mt, 3000mt, 5000mt, 10.000mt e mezza maratona.

Fra i primi tre anche l’italiano Gianmarco Tamberi e Thomas Rohler. Il primo è stato campione del mondo indoor e europeo di salto in alto, detentore del record italiano e della migliore prestazione europea dell’anno, con 2,39 cm. L’altro ha conquistato un oro olimpico nel giavellotto e ha la migliore prestazione mondiale dell’anno con 91,28 mt.

1280032_G08_W01.png

(foto European Athletics)

Per le donne la vincitrice è Ruth Beitia (SPA), la trentasettenne campionessa europea e argento olimpico nel salto in alto con 1,97.

Sul podio anche Ekaterini Stefanidi (GRE), che ha conquistato il gradino più alto del podio sia alle olimpiadi che agli europei nel salto con l’asta e Anita Wlodarczyk (POL), anche lei oro olimpico ed europeo ed inoltre record mondiale con 82,98mt nel lancio del martello.

Riguardo la scelta di premiare la saltatrice qualcuno ha storto il naso, sia perchè la polacca ha raggiunto risultati di livello internazionali molto più prestigiosi ( record del mondo, imbattibilità lunghissima), sia perchè il livello del salto in alto femminile quest’anno non è stato dei migliori: Beitia ha vinto le Olimpiadi con “soli” 1,97 mt, quando nell’Eptathlon Thiam ha totalizzato addirittura 1,98 nella stessa prova. Un punto a favore della spagnola è però l’età, 37 anni, che fa di lei una delle più longeve atlete del panorama mondiale.

1280045_G08_W01.png

(foto European Athletics)

Nella categoria degli atleti emergenti (Rising Star), sono stati premiati Max Hess (GER) oro Europeo assoluto e argento nei mondiali indoor nel salto triplo e Nafissau Thiam (BEL), campionessa olimpica nell’eptathlon, già citata prima per la sua straordinaria prestazione nel salto in alto.

Infine, Marco Tamberi è stato insignito del Coaching Award. Marco è il padre e allenatore di Gianmarco e con lui ha avuto una fantastica stagione sportiva, rallentata solo a causa di un infortunio del figlio poco prima delle Olimpiadi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...