“D’amore si muore ma io no” – Guido Catalano

6775626.jpg

“Ecco, secondo me tutti dovrebbero avere il diritto costituzionale di trovare nella loro buca delle lettere una busta con dentro una poesia d’amore. Almeno una volta nella vita tutti, secondo me, dovrebbero”.

Guido Catalano, conosciuto per le sue poesie moderne, romantiche e divertenti, si cimenta questa volta in un romanzo.

Il protagonista è Giacomo, un poeta semi-professionista torinese che incontra Agata, splendida aracnologa, e se ne innamora. L’uomo si destreggia fra incontri amorosi, amici strani ma dolci e un lavoro d’ufficio meccanico e grigio. Riesce a descrivere con linguaggio poetico e sognante le sue vicenda di vita quotidiana. Giacomo è sicuramente un personaggio molto vicino all’autore, a partire dalla professione, continuando per la città in cui è ambientato il romanzo.

Questo primo esperimento di prosa è molto gradevole, la narrazione è veloce e divertente, quasi come se fosse una lunga poesia. L’unica pecca sono le tante licenze poetiche che danno origine a frasi sintatticamente o grammaticalmente traballanti.

Annunci

2 pensieri su ““D’amore si muore ma io no” – Guido Catalano

  1. Pingback: La rana e…i libri del 2016: la top 10 – La rana sulle stelle

  2. Pingback: “La verità, vi spiego, sull’amore” – Enrica Tesio – La rana sulle stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...