“La tentazione di essere felice” – Lorenzo Marone

5932060_322429.jpg

“Si crede di non avere bisogno di nessuno finché ci si accorge di non avere più nessuno. E quando succede, è un bel casino.”

Cesare è un ultra settantenne cinico e sociopatico. Non si sforza di essere simpatico agli altri e conduce una vita tranquilla, in pensione. Suo malgrado viene coinvolto  nella vita dei suoi famigliari e dei vicini di casa, che non potrà fare a meno di cercare di aiutare.

Il libro è uno di quelli da leggere con la matita pronta, per sottolineare le continue frasi dolci, amare o riflessive (alcune delle quali sono riportate in questa recensione).

In generale è una storia che suscita sentimenti contrastanti:

E’ una storia di risate, perchè l’ironia di Cesare permea le pagine, anche nei momenti più difficili. Sembra di averlo davanti, questo burbero vecchietto dal cuore d’oro che finge di essere qualcun altro per far rispettare i propri diritti. All’inizio l’uomo dichiara: “Non mi dispiacerebbe essere un gatto, uno che non si lega mai davvero a nessuno, uno che decide di amare perché, in fondo, non ne ha bisogno e se la sa vedere da solo“. Ma dopo poche pagine, in seguito ad un incontro con la vicina di casa borbotta: “Tu guarda un po’ se alla mia età dovevo raggiungere un altro individuo al misero elenco di persone delle quali mi interessa. Ho sempre cercato di tenere sotto controllo la lista, così da non farla aumentare a dismisura

E’ anche una storia triste, che parla di violenza domestica e di incapacità di amare nel modo giusto. Un tema importante è anche la responsabilità verso i figli, ad esempio quando Cesare riflette sul fatto che “un bambino che cresce senza un genitore sarà forse un adulto incompleto e insicuro, ma chi cresce nell’odio e nella violenza non saprà mai amare. E non c’è torto peggiore che un genitore possa fare”.

Infine è una storia che fa pensare, soprattutto, come dice il titolo, alla felicità e alla maniera adatta per ricercarla, prima che sia troppo tardi. E’ un invito a scegliere, perché “t‘incateni a qualcosa o qualcuno, ogni volta che non scegli”.

Se un libro ha il potere di far ridere, piangere e pensare, attraverso pagine che si susseguono ad un ritmo incalzante, allora è un libro che vale la pena di essere letto, come questo.

 

Annunci

2 pensieri su ““La tentazione di essere felice” – Lorenzo Marone

  1. Pingback: La rana e…i libri del 2016: la top 10 – La rana sulle stelle

  2. Pingback: “Magari domani resto” – Lorenzo Marone – La rana sulle stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...