“Chirù”-Michela Murgia

4.jpg

“Bisognerebbe difendersi dalle prime volte, perché consumano la nostra capacità di evocare la meraviglia.”

Due protagonisti: Chirù di 18 anni e Eleonora, di vent’anni più grande.

La donna diventa maestra-amica-madre del ragazzo. I due si conoscono per caso e lei, come ha già fatto in precedenza con altre tre persone, lo accompagna per una piccola parte del suo cammino, introducendolo alla vita adulta. Se tutto inizia quasi in maniera professionale, il rapporto diventa ambiguo e si scardina quando lei conosce l’uomo che diventerà suo marito.

La narrazione è veloce e accattivante ma la trama non è completamente soddisfacente ed i personaggi a volte sembrano incompleti, sia nella personalità che nella descrizione.

Interessante però il tema della guida, del maestro spesso ricercato negli adolescenti che hanno bisogno di un modello differente da quello familiare o dei coetanei. Peccato che Eleonora non abbia l’autorevolezza e il distacco per adempiere completamente a questo ruolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...