Mondiali di Portland: Tamberi guida la squadra italiana con l’oro nel salto in alto

phpThumb_generated_thumbnailjpg.jpg
(foto Colombo-Fidal)

 

Domenica 20 marzo, sono terminati i Mondiali Indoor di Atletica Leggera. La più piccola squadra italiana di sempre riesce a conquistare il gradino più alto del podio nel salto in alto.

Gianmarco Tamberi regala all’Italia un oro atteso e sperato, ma che a metà gara sembrava essergli sfuggito di mano. Invece, saltando 2,36 al primo turno, il 23enne marchigiano ribalta la competizione e vince sull’inglese Grabarz e lo statunitense Kynard. Il temibile Barshim accusa un dolore muscolare sul 2,33 ed esce dai giochi prematuramente. E’ proprio su  questa misura che Tamberi smette di nascondersi, prende confidenza con la pista e ricomincia a sorridere, scherzare con il pubblico e soprattutto a volare sull’asticella. I suoi avversari rimangono dietro e può finalmente festeggiare il primo oro dell’Italia ai Mondiali Indoor dopo 15 anni (Paolo Camossi nel salto triplo a Lisbona 2001).

Nella stessa gara Fassinotti comincia purtroppo con gli stessi errori di Tamberi ma non riesce a svoltare in meglio e si ferma a 2,25,in 9° posizione. Il torinese aveva dichiarato di essere in un momento di transizione per un cambio di impostazione nella sua corsa, ma forse ci si aspettava qualcosa di più. Si spera che nelle gare successive e soprattutto a Rio sappia salire anche lui sulle vette dell’alto: sarebbe magnifico vedere le due facce opposte dell’Italia sullo stesso podio.

Benino Gloria Hooper che conquista la semifinale dei 60mt con 7″29: primato personale e 4° crono di sempre per l’Italia. Rinuncia però alla semifinale per un problema di salute. La sua preparazione negli USA, che ha come obiettivo principale i 200 metri, sembra comunque procedere per il meglio.

“Solo” 7° Alessia Trost, con 1,93. L’amarezza è ancora più forte considerando che le medaglie sono tutte a soli 3 centimetri più in su: 1,96 della diciottenne Vashti Cunningham che precede per meno errori Ruth Beitia e Camila Licwinko.

Infine Chiara Rosa conclude la gara all 11° posto con un modesto 17,10.

 

Annunci

2 pensieri su “Mondiali di Portland: Tamberi guida la squadra italiana con l’oro nel salto in alto

  1. Pingback: La rana e…l’atletica del 2016 – La rana sulle stelle

  2. Pingback: 27 italiani convocati per i Campionati europei indoor di Atletica – La rana sulle stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...