Tamberi record italiano di salto in alto con 2.38.

Campionati Italiani Allievi Indoor
Ancona 13/02/2016 Campioni Italiani Allievi Indoor con Gianmarco Tamberi – Foto di Giancarlo Colombo/Fidal

Un week-end di salti, record e speranze.

Innanzitutto il record italiano di salto in alto conquistato da Gianmarco Tamberi con 2.38 in Repubblica Ceca. La prestigiosa soglia dei 2.40 sembra sempre più vicina e il saltatore marchigiano, dopo aver vinto con ottimi risultati le ultime tre gare a cui ha partecipato, sembra aver raggiunto una forma che lo porta ad altissimi livelli, senza sbavature. Per poche ore la migliore prestazione dell’anno era stata il 2.36 di Barshim, ma Tamberi ha subito ristabilito l’ordine.

Nella stessa competizione un altro risultato importante è stato quello di Silvano Chesani che con il suo 2.30 supera il minimo per la qualificazione olimpica. Dopo lo stop di quasi un anno a causa di un intervento al tendine di Achille, l’atleta in poche gare ha migliorato la sua prestazione stagionale di 7 centimetri. Marco Fassinotti, invece si ferma a 2.25 accusando un leggero fastidio al piede. Sembra non essere nulla di grave, ma il piemontese ha preferito non rischiare oltre.

Altri salti del w-end sono quelli di Alessia Trost, che apre la sua stagione con 1.90. L’atleta si dice poco soddisfatta e con ampi margini di miglioramento, visti anche i sorprendenti risultati delle passate stagioni, che l’hanno vista superare la barriera dei 2 metri.

Torna in pista anche Andrew Howe che in Svezia, con 7.54, si riaffaccia alle competizioni dopo due anni e mezzo. Chissà se saprà regalarci le emozioni del passato, quando con 8.47 vinse la medaglia d’argento ai Mondiali di Osaka del 2007. Meglio di lui un altro italiano: Alessio Guarini, che a Gent ha ottenuto 7.77.

Infine, ad Ancona si sono sfidati gli allievi provenienti da tutta l’Italia. Ben cinque record di categoria sono stati battuti: Marta Zenoni ha concluso i 1000 mt con il tempo di 2:45.60, mentre Simone Barontini sulla stessa distanza ha impiegato 2:27.32. Nei 60 mt Desola Oki vince con 8,31, nei 60 hs Mattia di Panfilo è il secondo europeo dell’anno con 7,82. Infine, nel Salto triplo Andrea Dellavalle infrange con 15,70 il precedente record di Andrew Howe.

Qui il video del salto di Tamberi a 2.38.

Qui il video dei record dei campionati italiani allievi indoor.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...