“Dimentica il mio nome”-Zerocalcare

Zerocalcare-Dimentica-il-mio-nome.jpg

“Ma poi quando si fa il passaggio da ragazzo a uomo?

Possibile che non mi sono accorto che avevo finito il livello?

Sicuro mi sono scordato di salvare.”

Il libro-fumetto racconta una parte di storia della famiglia del protagonista e autore, Zerocalcare (pseudonimo di Michele Rech). Il protagonista, a cui viene affidato il compito di recuperare alcuni oggetti personali della nonna appena venuta a mancare, si ritrova ad indagare sulle vicende dei suoi antenati attraverso flashback e racconti delle persone ancora in vita.

I personaggi sono gli stessi che si ritrovano nelle vignette del suo blog e nei primi libri: la mamma-chioccia, l’amico Secco, l’Armadillo, l’Orsetto protettore e molti altri. Rimangono anche le citazioni e le reazioni quasi paradossali agli eventi che si susseguono.

Se tutte le storie di Zerocalcare traggono spunto dalla realta e sconfinano nella fantasia, in questo racconto c’è qualcosa di più. L’autore ha dichiarato che questo libro contiene un pezzo di anima ed in effetti, nella narrazione di un ragazzo all’apparenza superficiale, si percepisce la voglia di raccontare una storia intima, condita con un pizzico di nostalgia. Alcune metafore e personificazioni dei sentimenti sono particolarmente realistiche e riescono a raccontare in maniera forte ed ironica esperienze che il lettore potrebbe aver vissuto in prima persona. Una figura che colpisce molto è quella della mamma, rappresentata come una chioccia un po’ robusta, apprensiva ma pratica. Nel libro è anche raffigurata come una roccia, su cui tutta la famiglia può appoggiarsi e sentirsi al sicuro.

Il racconto è avvincente per l’alternarsi di vicende di facile immedesimazione, ironia e sentimenti. Anche se in forma di fumetto, riesce ad entrare con facilità nel panorama letterario attuale, vincendo, ad esempio, il 2° posto del premio Strega.

Qui si può vedere il booktrailer di “Dimentica il mio nome”.

Annunci

Un pensiero su ““Dimentica il mio nome”-Zerocalcare

  1. Pingback: La rana e…i libri del 2016: la top 10 – La rana sulle stelle

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...